Ascolta live la web radio

Conferenza

Published on gennaio 5th, 2017

0

CHE COSA FANNO OGGI I FILOSOFI ? – domenica 8 gennaio ore 17

Domenica 8 gennaio 2017 alle 17 nel ridotto del Teatro della Regina di Cattolica, piazza della Repubblica (accanto alla Biblioteca), il filosofo e matematico Mauro Dorato terrà una conferenza dal titolo Dopo Einstein con cui si apre la seconda parte di Cognizione [di causa] appuntamento di “Che cosa fanno oggi i filosofi ?”, la manifestazione organizzata dalla Biblioteca Comunale di Cattolica sin dal 1980.

L’argomento tocca un punto cruciale nella pur breve rassegna dedicata proprio ai meccanismi della conoscenza, in altri termini al “conoscere per cause” in vista di qualcosa che somigli alla verità.

Ciò è particolarmente significativo in un tempo in cui l’Oxford English Dictionary ha eletto parola dell’anno 2016 “post-truth”, post verità, definendola come segue: “relativa a circostanze in cui i fatti oggettivi sono meno influenti nel formare l’opinione pubblica del ricorso alle emozioni e alle credenze personali”. La scelta è stata ovviamente influenzata dal carattere assunto da recenti campagne elettorali in diversi paesi.

Una domanda che può sorgere spontanea è dunque se al fondo un cinico relativismo non possa trovare giustificazione proprio nella teoria generale della relatività di Einstein in virtù della quale in fisica, tra le altre cose, le grandezze che caratterizzano un fenomeno dipendono dal sistema di riferimento in cui esso viene studiato.

Einstein però va molto al di là del calcolo e della misura: Karl Popper (Vienna, 1902 – Londra, 1994) chiama Einstein “Parmenide”. L’analogia si basa sulla concezione einsteiniana per cui gli eventi del mondo stanno tutti come fotogrammi in una bobina: non ci sono non più essere e non ancora essere. Allo stesso modo in Parmenide il non ancora del futuro e il non più del passato sono respinti nel non essere, come direbbe il filosofo Severino con una radicale negazione del divenire. Le riprove sul piano sperimentale della rivoluzione nella nozione di spazio e tempo sembrano dare ragione a Einstein senza per altro mettere in discussione l’idea generale e umanissima, di causa, così come la si percepisce comunemente.

Mauro Dorato è professore ordinario di Filosofia della Scienza all’Università degli Studi “Roma Tre”. Laureato in Filosofia e in Matematica all’Università «La Sapienza» di Roma, ha conseguito il dottorato in Filosofia presso la Johns Hopkins University di Baltimora (USA) nel 1992. Ha scritto Modalità e temporalità, 1994; Time and Reality, 1995; Futuro aperto e libertà, 1997; Il Software dell’universo, 2000; è coeditore con Giovanni Boniolo del volume La legge di natura. Analisi storico-critica di un concetto, 2001; ha scritto con V. Allori, F. Laudisa e N. Zanghì La Natura delle cose, 2006; Cosa c’entra l’anima con gli atomi?, 2007; Che cos’è il tempo, 2010; ha curato per Mimesis nel 2015 Scienza e vita. Lettere 1916-1955 di Max Born, Albert Einstein.

Ha pubblicato molti articoli su riviste scientifiche internazionali. Dal novembre 2007 è membro del comitato direttivo dell’European Philosophy of Science Association, dopo aver fatto parte del comitato fondatore della Società medesima. È referee per le maggiori riviste internazionali di filosofia della scienza e di storia e filosofia della fisica. Si interessa di Filosofia dello spazio e del tempo, di Filosofia del tempo, del problema delle leggi di natura, e dei rapporti tra teorie fisiche e teorie metafisiche.

(Ogni incontro prevede la proiezione di un breve estratto scelto tra i più rilevanti dall’archivio filosofico video della Biblioteca, pertinente per analogia o differenza.)

SEGUIRANNO

Domenica 15 gennaio, ore 17

PAOLO ERCOLANI, Professore di Filosofia dei Media, Università di Urbino

Donna: causa e cognizione dell’umano

Domenica 22 gennaio, ore 17

ALESSANDRO BONDI, Professore di Diritto Penale, Università di Urbino

Cognizione di causa

Domenica 29 gennaio, ore 17

IVANO DIONIGI, Professore di Letteratura Latina, Università di Bologna

La conoscenza della parola

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il ciclo di conferenze è stato riconosciuto quale attività di aggiornamento per insegnanti di ogni ordine e grado con provvedimento dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

Informazioni:

Biblioteca Comunale di Cattolica,

tel. 0541.966603, www.cattolica.net

Tags: , ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =

Back to Top ↑