Ascolta live la web radio

Conferenza

Published on gennaio 3rd, 2018

0

“CHE COSA FANNO OGGI I FILOSOFI?” – Diego Fusaro – domenica 7 gennaio ore 17 – Cattolica, Biblioteca Comunale

L’EDUCAZIONE (BUONA). VISUALI E VISIONI

 

Cattolica, Galleria della Biblioteca Comunale (piazza della Repubblica 31)

Domenica 7 gennaio 2018, ore 17

DIEGO FUSARO

PEDAGOGIA UNICA? CRITICA DEL PEDAGOGICAMENTE CORRETTO

 

Riprende, domenica 7 gennaio alle 17 nella Galleria della Biblioteca comunale di Cattolica (piazza della Repubblica 31), l’edizione 2017/18 della rassegna “Che cosa fanno oggi i filosofi?” dedicata quest’anno all’educazione e alle sue declinazioni in vari ambiti disciplinari.

DIEGO FUSARO affronterà la questione con un esame proprio della scienza dell’educazione in generale, cioè la Pedagogia, proponendo come titolo eloquente della sua conversazione PEDAGOGIA UNICA? CRITICA DEL PEDAGOGICAMENTE CORRETTO.

“Il pensiero unico – ci anticipa Fusaro con il suo dire caustico – colonizza l’immaginario grazie alla solerte opera dei suoi architetti e pedagoghi.

Esso ortopedizza le coscienze rieducandole in senso globalista e liberal, affinché esse introiettino l’ordine simbolico egemonico di completamento del nuovo ordine mondiale classista.”

Diego Fusaro (1983) insegna filosofia all’Università San Raffaele di Milano e allo IASSP (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) della stessa città. Tra i suoi libri più recenti e fortunati ricordiamo: Bentornato Marx! Rinascita di un pensiero rivoluzionario (Bompiani 2009), Antonio Gramsci. La passione di essere nel mondo (Feltrinelli 2015), Pensare altrimenti (Einaudi 2017). Collabora con i quotidiani «La Stampa» e «Il Fatto quotidiano». Molte le sue apparizioni, talora movimentate, in radio e televisioni pubbliche e private.

Dice di sé:

“Non amo descrivermi: e, tuttavia, preferisco che a farlo sia io e non il ‘si dice’ di heideggeriana memoria. Mi considero allievo indipendente di Hegel e di Marx, di Gentile e di Gramsci.
Intellettuale dissidente e non allineato, sono al di là di destra e sinistra. Se, infatti, la sinistra smette di interessarsi a Marx e a Gramsci, occorre smettere di interessarsi alla sinistra: e continuare nella lotta politica e culturale che fu di Marx e di Gramsci, in nome dell’emancipazione umana e dei diritti sociali.
Ho una passione durevole per la filosofia e un amore sfrenato per il mare, immagine mobile della libertà.
Credo nelle idee che sostengo e non le baratterei per nulla al mondo. Odio gli indifferenti e gli opportunisti.
Non voglio avere nulla a che fare con i servi e con il pensiero unico.  Resto convinto che in filosofia la via regia consista nel pensare con la propria testa, senza curarsi dell’opinione pubblica e del coro virtuoso del politicamente corretto”.

Il programma prosegue:

 

GENNAIO 2018

 

Domenica 14 gennaio

FEDERICO CONDELLO, Professore di Letteratura Greca, Università di Bologna

Istruzione umanistica, istruzione classica: un capitale simbolico e il suo destino

 

Domenica 21 gennaio

MARCO GALLIZIOLI, Docente di Storia delle religioni

Il sacro può essere insegnato?

 

Domenica 28 gennaio

CARLO TOFFALORI, Professore di Logica Matematica nella Università di Camerino

Calculemus

 

FEBBRAIO 2018

 

Domenica 4 febbraio

REMO BODEI, Professore di Filosofia, Università of California, Los Angeles

Estetica

 

Ogni incontro prevede la proiezione di un breve estratto scelto tra i più rilevanti dall’archivio filosofico video della Biblioteca, pertinente per analogia o differenza.

 

Ingresso libero fino a esaurimento posti a sedere.

Su richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

 

 

 

Informazioni:

Tel. 0541 966603 – www.cattolica.net

 

Tags: , , ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + diciannove =

Back to Top ↑