Ascolta live la web radio

Eventi

Published on novembre 29th, 2018

0

Avrei da dire // 1 Dicembre 2018, Cattolica, Palazzo del Turismo ore 16

IL MUSEO COME MANIFESTO CIVICO DI UNA COMUNITÀ

Avrei da dire

Sabato 1 dicembre, ore 16.00

Palazzo del Turismo

Via C.Mancini, 24

Con la partecipazione di: Lorenzo Anzini (Loreprod), Davide Brullo, Enzo Cecchini, Vincenzo Cecchini, Vittorio D’Augusta, Lidia Fersuoch, Sabrina Foschini, Luigi Fozzati, Francesco Gabellini, Georgia Galanti, Gabriele Geminiani, Alessandro Giovanardi, Magazzeno/Ravenna, Luigi Malnati, Alberto Mariani, Paolo Pompei, Leonardo Pivi, Massimo Pulini, Stefano Sanchini e…. di tutti coloro che non siamo riusciti a contattare, non abbiamo trovato quando li abbiamo cercati ma speriamo vengano lo stesso, hanno da dire….


E.Dickinson: “No” è la parola più selvaggia che possiamo affidare al linguaggio.

Da qui avevamo cominciato e dai molti No dell’oggi volevamo partire per le nostre giornate, ma il no doveva essere costruttivo e propositivo, e allora abbiamo scelto un altro titolo da cui iniziare: Avrei da dire, per lasciare a ciascuno dei partecipanti la libertà di portare il proprio pensiero, contro o a favore, per eliminare e per creare, come “da artista”, forse.

All’origine di questa giornata e di quella successiva, organizzate dal Museo della Regina e ciascuna delle quali con caratteri specifici e distinti e tuttavia comuni, è il desiderio di aprire una riflessione sul ruolo e sull’azione che gli Istituti Culturali sono chiamati a svolgere nel territorio di riferimento, in particolare i Musei e ancor più specificamente i piccoli Musei, cui si continua ad attribuire un ruolo che pare aprirsi e concludersi in quelli della custodia e della conservazione dei beni in essi depositati.

Avvertiamo la necessità, o forse “l’assoluta” necessità, in questi strani tempi, che gli Istituti Culturali prendano posizione, civile e morale, sulle questioni dell’oggi, piccole o grandi che siano, e che a tal fine cerchino interlocutori e motori tra quanti esercitano nei diversi campi dell’arte e della cultura forme di profonda autonomia e libertà.

Per questo abbiamo invitato artisti e operatori della cultura (pittori, scultori, poeti, archeologi, ambientalisti, associazioni, critici d’arte, giornalisti, architetti e non solo) a intervenire in un pubblico dibattito in cui cercare di capire se la cultura può tornare ad agire sul proprio tempo e sulla società e in qualche modo, concreto e non troppo visionario, rifondarla. Ci piace allora ricollegarci alle parole, quasi antiche (1976) di Andrea Emiliani: L’attività culturale, la scuola, il patrimonio artistico locale, la lingua e anche le tradizioni… appaiono tutti strumenti di riqualificazione e di riaffermazione partecipativa: anzi, i superstiti strumenti qualitativi di un equilibrio storico e vitale. Affidarsi ancora ad essi, sospingerli anzi verso la dimensione di un vero servizio pubblico e sociale, vuol dire riavviare un cammino più largo prendendosi proprio dalla parte più profonda dell’uomo e dalla più semplice verità della sua vita.


Ad aprire e a chiudere la giornata, letture a cura di Silvio Castiglioni.

Per tutta la durata della manifestazione e fino al 9 dicembre, presso la Galleria Comunale Santa Croce sarà esposto l’Autoritratto n. 1 di Mattia Moreni, che fornirà lo spunto di partenza con il suo sguardo irriverente e derisorio che non risparmia neppure se stesso.

Lo staff del Museo ha inoltre intrecciato un’azione con i ragazzi delle V elementari di Cattolica che ha preso avvio da storie di no, per esplorare insieme ai bambini il senso dei no… Incontrando alcuni grandi del passato attraverso un percorso narrativo si è cercato diindividuare la storia da aiutare, per dare a ciascun ragazzo lo spazio per esprimere il proprio sì. Gli elaborati prodotti in classe comporranno uno o più manifesti che saranno esposti durante gli incontri.

Ingresso libero

Per informazioni:

Museo della Regina

Tel. 0541-966577

e-mail: museo@cattolica.net;

fb: www.facebook.com/museodellaregina

Tags: , , ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + 19 =

Back to Top ↑