Ascolta live la web radio

Eventi liberazione Cattolica 1944

Published on 3 Settembre, 2015

0

Un programma per ricordare la liberazione del 3 settembre

71 ANNI FA LA LIBERAZIONE DEI NOSTRI TERRITORI: GRADARA, GABICCE, SAN GIOVANNI, CATTOLICA

Nel corso della seconda guerra mondiale, i giorni tra il 2 ed il 3 settembre 1944 rappresentano date importanti per i nostri territori: sono i giorni in cui le cittadine che si affacciano sulla vallate del Conca e del Tavollo furono liberate dalla occupazione nazifascista, 8 mesi prima della definitiva sconfitta del nazifascismo in Europa.

Pochi giorni prima era iniziata l’ “Operazione Olive”, l’attacco alleato alla Linea Gotica che in pochi giorni aveva sfondato sul versante adriatico le linee fortificate di difesa tedesche costate mesi di lavoro.
Mentre il 2 settembre Gabicce e San Giovanni venivano rapidamente conquistate dalle truppe alleate, Gradara e Fanano venivano liberate solo dopo un furioso cannoneggiamento da parte delle colonne corazzate anglo-canadesi.
Nella tarda serata del 2 settembre, la compagnia “A” del Royal 22me Régiment, un reggimento composto da canadesi di lingua francese noto come «Van Doos» facente parte del 1st Canadian Corps, era entrato a Cattolica sulle autoblindo del Royal Canadian Dragoons. Ma un forte nucleo di resistenza tedesco aveva impedito loro di avanzare, per cui fu deciso di rimandare l’iniziativa alle prime luci del giorno successivo. Alla mattina del 3 settembre 1944, la compagnia “A” al comando del maggiore Henri Tellier, assieme al tenente Vickers dei RCD, entrò in una Cattolica devastata ed attrezzata per ostacolare l’avanzata alleata, senza incontrare alcuna resistenza, mentre anche i Seaforth Highlanders of Canada facevano il loro ingresso nella cittadina balneare: i cittadini li avevano accolti festosamente, informandoli che gli ultimi tedeschi rimasti, i “paracadutisti verdi” che avevano difeso Cassino e Pesaro, erano fuggiti via mare.
I tedeschi superstiti, dopo l’ordine di ripiegamento sulle colline tra Riccione e Gemmano, unitamente ai rinforzi arrivati nel frattempo, nei giorni successivi avrebbero opposto una durissima resistenza prima di essere sconfitti, con gravi danni alle città e centinaia di vittime sia militari che civili.
Durante le settimane ed i mesi seguenti, che videro i combattimenti proseguire furiosi fino all’inverno, Cattolica verrà scelta come sede del Quartier Generale alleato e località di riposo delle truppe combattenti in prima linea.

Nell’anno in cui si celebra il 71° anniversario della Liberazione la memoria di quei giorni non ci deve abbandonare: nei vicini cimiteri di guerra di Gradara, Coriano, Riccione e Cerasolo riposano per sempre tanti giovani che combatterono in quei giorni ad un tempo dolorosi e luminosi, vittime come tanti civili innocenti di una guerra da cui nacque la nostra Costituzione e istituzioni come l’ONU e la Comunità Europea che proprio della ricerca della pace tra i popoli fecero il loro obbiettivo ideale.

La mattina del 3 settembre alle ore 11:00 di 71 anni dopo, per ricordare e celebrare l’anniversario di questi avvenimenti, il presidente dell’ANPI CATTOLICA-VALCONCA Maurizio Castelvetro condurrà una trasmissione presso gli studi di RADIOTALPA°Z (la web radio erede della storica Radio Talpa 94 attiva a cavallo tra gli anni ’70-’80) ricostruendo la cronistoria dei momenti più significativi di quelle giornate, avvalendosi di documentazione storica alleata e italiana.

La trasmissione, ascoltabile su Internet, sarà registrata per essere ri-ascoltata come podcast qui:

La Liberazione di Cattolica – 3 settembre 1944 by Radiotalpa’z on Mixcloud

Tags: , , ,



Comments are closed.

Back to Top ↑