Ascolta live la web radio

Podcast

Published on Agosto 29th, 2021

0

Podcast – Paesaggi Culturali – CANZONI D’AUTORE SUL LAVORO

Ecco il podcast di PAESAGGI CULTURALI dal titolo “VIENI O MAGGIO – CANZONI D’AUTORE SUL LAVORO”

La narrazione “ben-pensante” e “ben-scrivente” da tempo ci vuole fare credere che la classe operaia non esiste più, che la lotta di classe è un ferro vecchio dell’ideologismo, che lo sfruttamento del lavoro è una farneticazione di intellettualoidi residuali sinistroidi. Eppure ogni anno solo in italia si contano 600mila incidenti sul lavoro, e solo nei primi sei mesi del 2021 ci sono stati 539 morti. La retorica dei pennivendoli ad ogni incidente diventa irritante, dopo che ogni giorno sono lì ad incensare le mirabilie dei gruppi economici e industriali (tra l’altro proprietari della stragrande maggioranza dei media), o a piangere e chiedere soldi pubblici ad ogni minima difficoltà congiunturale.

La trasmissione propone il percorso musicale a partire da quella grande stagione di lotte degli anni Sessanta e Settanta. Da Nord a Sud della Penisola dove con i vari dialetti, si mescolano rabbia, partecipazione, repressione e speranza. Un repertorio di canzoni popolari di valore storico e di grande attualità. Perché lo sfruttamento del lavoro, la sete di giustizia e di dignità sono ancora l’esigenza primaria per milioni di lavoratori per arginare la logica perversa e imperante del profitto senza etica. Un patrimonio musicale e di cultura popolare che non si ascoltava, e non si ascolta ancora, in televisione e radio, che si è nutrito nei momenti di lotta e nelle iniziative culturali e politiche alternative. Un viaggio nei fatti e nei sentimenti della nostra storia recente per non dimenticare e riflettere. Una storia, ahinoi, largamente rimossa nel nome di un neo-liberismo economico ormai dominante e primo colpevole delle grandi emergenze ambientali e umanitarie.

“Vieni o maggio” è l’inno del Primo Maggio scritto dall’anarchico Pietro Gori (giornalista, avvocato, poeta, scrittore e compositore) nel 1892 nel carcere di San Vittore dove era stato rinchiuso.

Tags: , ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑